Lanfranco Raparo, Marradi

Lanfranco Raparo, Marradi

domenica 6 maggio 2012

La Cappellina

S.Maria delle Grazie
La chiesa del mese di Maggio
di Claudio Mercatali



La Cappellina è all'inizio della strada per Palazzuolo, che venne costruita solo nel 1867. Prima, per arrivare lì, si passava dal Poggio, e per andare a Palazzuolo si continuava, sempre oltre il fiume, fino ai poderi di Vus céra (Voce chiara) di Vus ciaròla (Piccola voce chiara) e di Valpedro Primo, che ora tutti chiamano Ponte di Collecchio. E' un bel percorso, frequentato da chi sale alla Madonna di Casa Gallo.
Non si sa perché questa chiesina sia stata costruita lì, forse era un ex voto fatto da Jacopo Fabroni, che ha lasciato il suo nome scolpito nella pietra di un'architrave alla data 1663, in una delle più vecchie incisioni del Comune di Marradi. Viene aperta solo in maggio e, fino ai primi del Novecento, alla seconda domenica del mese vi si teneva una festa molto frequentata, come si vede qui accanto.


 
A sinistra: L'architrave scolpita
Sopra: La Festa alla Cappellina nel 1916 (da Tarabusi)
Sotto: la vecchia strada per Palazzuolo


Per togliere l'umido da questa chiesina sempre chiusa di solito la porta veniva lasciata spalancata per tutto il mese e davanti c'era una rete per impedire l'ingresso ai gatti.
Pare che questa buffa consuetudine sia rimasta, e chi vuole entrare la può rimuovere per poi rimetterla al suo posto quando se ne va.

Com' è fatta dentro? L'interno attuale è probabilmente del Settecento. Da certe rifiniture di marmo e dalle lapidi nel muro, dietro all' altare, sembra di capire che non era una chiesa di campagna, perché le dediche sono di famiglie marradesi benestanti, della prima metà dell' Ottocento.

Una in particolare ricorda un tal Michele Ciani, che "combattè per Napoleone il Grande a Lipsia" (1813) e quindi era un reduce della campagna napoleonica di Russia. Venne posta nel 1864 da Evaristo Piani, il primo sindaco di Marradi eletto dopo l'Unità d'Italia.


 
Le lapidi 
dietro all'altare






 L'interno è un po' trasandato ma intatto. Alla fine di questo mese per tradizione la porta verrà chiusa, e riaprirà ai primi di maggio 2013. La Cappellina è un luogo di culto gestito dall'arciprete della chiesa di S.Lorenzo in Marradi.
 

Clicca sulle immagini 
se le vuoi ingrandire





La scritta datata 1663 ci dimostra una cosa interessante, e cioè che questa è la più antica fra le quattro chiese di Marradi. Infatti la attuale Chiesa Arcipretale venne costruita nel 1780 dopo aver demolito un edificio precedente, danneggiato dal terremoto del 1661 e la Chiesa del Suffragio fu costruita ex novo negli stessi anni. L'attuale Chiesa delle Monache è del 1838, costruita al posto della precedente, come ci ricorda una lapide all'interno.

Nel 1793 il Comune la acquistò, dalla famiglia Venturini, con l'intenzione di costruire un cimitero nel campi dietro. Fino ad allora i morti erano stati seppelliti nella chiesa di S.Lorenzo. Cominciarono i lavori ma vennero interrotti quasi subito, perché l'amministrazione francese, nel periodo napoleonico, a seguito dell'editto di Saint Cloud (1804) costruì il cimitero attuale. Perciò il Comune, nel 1825 la rivendette alla famiglia Venturini, alla quale venne corrisposto un indennizzo per i danni causati dai lavori intrapresi e non ultimati. Il tutto si legge nella delibera comunale qui accanto, se ingrandite l'immagine cliccando con il mouse.

Fonti: Documenti e notizie provenienti dall'Archivio storico del Comune di Marradi, si ringrazia l'archivista sig. Mario Catani per l'aiuto dato.
   

Nessun commento:

Posta un commento