Marradi, inizio del '900

Marradi, inizio del '900

mercoledì 10 dicembre 2014

I mercatini di Natale a Marradi

Da un'idea a un' altra
 di Claudio Mercatali




La "porta" del mercatino



Ed eccoci di nuovo sotto Natale, tempo di mercatini. Fino ad una decina di anni fa qui da noi non si sapeva cosa fossero, perché non sono nella nostra tradizione, e invece ora si ...

I commercianti di Marradi ebbero la felice idea di farli anche a Marradi e la cosa venne ripetuta e prese piede. Però noi non siamo Tedeschi e quindi li abbiamo modificati, "sceneggiati" tagliati e aggiunti, fino al risultato che si vede qui di seguito.






I banchi occupano l'intero centro del paese, in mezzo alla strada, rivolti a destra e a sinistra. Questo "obbliga" a un percorso circolare, che però si compie volentieri.







Il freddo ha avuto ragione di voi? E' segno che siete vestiti male, però ogni tanto i bracieri vi aiuteranno a scaldarvi, almeno dalla metà in su.


Che cosa vende in tutti questi banchini? Di certo gli addobbi natalizi, ma anche mille altre cose ... prodotti naturali, miele, profumi, dolci di castagne, salumi, formaggi particolari ...



Sopra: Monica Miniati e Luana nel banchino che vende prodotti derivati dal marrone di Marradi.


A fianco: il banchino del vin brulé
organizzato del Volontariato.






Ilenia vende formaggi e salumi nel banchino
della drogheria di Sara e Andrea.


















Ortaggi e frutta













Alla Strada del Marrone 
(è una associazione di castanicoltori) 
hanno allestito una vera  e propria 
cucina a legna all'aperto









 

Non dovete comprare niente di tutto questo?
Vorreste guardare meglio e vostro figlio tira e spinge
per andare più in là?
Potreste "parcheggiarlo" temporaneamente dal giocoliere, che semina nell'aria delle enormi bolle di sapone,
davanti al Palazzo del Comune.







Il fuoco è sempre una bella attrattiva. 
Scalda, illumina, intiepidisce l'aria 
e fa compagnia.






Se siete venuti qui di mattina è probabile che adesso sia ora di pranzo. I ristoranti del paese hanno attrezzato diversi banchini, ognuno con un proprio menù: la ribollita, la minestra con i fagioli, il farro, la polenta ...









Sopra:
lo stand del "Ristorante di Campigno"



Di fianco:
lo stand del Ristorante 
La Colombaia",





A sinistra:
 Lo stand del ristorante "Il Camino".
La cuoca si stropiccia le mani, perché oggi non fa un gran caldo. Però questi sono i mercatini di Natale e il freddo è uno dei protagonisti.








Se non siete tanto freddolosi 
potete mangiare qui.












E siamo così giunti al presepio vivente e ai suoi personaggi. Non ci sono statuine qui, è tutto vero ...



le pecore






l'asinello












... e Babbo Natale, che veramente
con il presepio non c'entra ma è pur sempre
un personaggio a tema ...










Quattro passi per digerire fanno bene. C'è da percorrere la parte superiore del paese.
Qualcuno ha fatto un presepio galleggiante nella fontana di Piazza Guerrini.









Una signora vende soggetti
incisi su pietre tonde di fiume.



                Pioviggina, la gente si affretta ...



Una pioggerellina leggera e gelata bagna ogni cosa. 
Il giocoliere delle bolle si impegna al massimo, 
ma nessuno più si cura di lui  ...





Il prossimo mercatino sarà domenica 14 dicembre, il giorno dopo Santa Lucia, che secondo il proverbio è "il giorno più corto che ci sia".  Però di notte i mercatini sono ancora più belli.


I Mercatini di Marradi sono organizzati dai commercianti del paese

Nessun commento:

Posta un commento