Marradi, inizio del '900

Marradi, inizio del '900

sabato 17 ottobre 2015

Andromeda

Una costellazione 
e una galassia
 ricerca di Claudio Mercatali


Il mito di Andromeda
Joachim Wtewael (1611)


Alla metà di ottobre nelle prime ore della notte la costellazione di Andromeda è abbastanza alta in cielo e si può osservare agevolmente.
Secondo il mito la bellissima regina Cassiopea fece ingelosire le stizzose ninfe del mare, che per invidia si rivolsero a Nettuno accusandola di aver detto male di loro.
Nettuno mandò un mostro marino a devastare il regno di Cassiopea e chiese che fosse sacrificata a lui Andromeda, la figlia della regina. Ma giunse l'eroe Perseo che uccise il mostro e tutto ebbe un lieto fine, Andromeda e Perseo si sposarono e fecero tanti figli.
Questa favola ha ispirato molti quadri antichi, come questo qui accanto, del pittore olandese Joachim  Wtewael (1611) dove si vedono tutti i personaggi della storia.
   





Come si fa a trovare Andromeda? Se si tracciano due segmenti da Cassiopea, che è una "vu doppia" facile da trovare, Andromeda rimane compresa nello spazio sotto al loro incrocio, come si vede qui accanto.  Si tratta di una lunga serie di stelle in fila.

Se si punta la stella beta di Andromeda con un binocolo e si sale verso Cassiopea, ad un certo punto si vede una zona chiara, un insieme di stelle all' interno del quale non si distingue nessun dettaglio. Questa è la galassia di Andromeda (M31), gemella della Via Lattea. E' un oggetto celeste molto lontano.


Con un buon telescopio si vedrebbe per quello che è: un turbine di miliardi di stelle che formano una spirale.
Gli astronomi dicono che è gemella della Via Lattea, un vero e proprio mondo vicino al nostro. Al telescopio è spettacolare, ma con il cannocchiale ci dobbiamo accontentare di vedere una specie di nuvoletta bianca e ovale. Un tempo, quando in cielo non c'era il riverbero dei lampioni, si poteva vedere a occhio nudo e forse in qualche posto d'alta montagna o nel deserto si può fare anche oggi.
  
La galassia M31 (foto NASA)





In compenso da Marradi si vede bene la sequenza delle stelle che formano la costellazione e quindi con la carta del cielo che è  qui sopra si può provare a cercare M31.
Il gioco è più piacevole se si ha la pazienza di lasciare entrare in scena i personaggi del mito uno alla volta: da est prima sorge Cassiopea, la regina, poi Andromeda sua figlia e Perseo che giunge a salvarla. A volte anche le favole hanno una logica.

   
La costellazione di Andromeda
sta sorgendo nel cielo
di Marradi (da est, sopra a Monte Gianni)
I lampioni che si vedono sono quelli del viale della
stazione. La foto è stata scattata circa all'altezza
dell'Asilo Infantile Scalini.





Nessun commento:

Posta un commento