Marradi, inizio del '900

Marradi, inizio del '900

domenica 8 gennaio 2017

I parenti di Rocco


La famiglia Guerrini
a Marradi e a Firenze 
nel Seicento
ricerca di Claudio Mercatali




Il busto di Rocco Guerrini
a Lubbenau (Germania)



Rocco Guerrini era un architetto del Cinquecento, progettista e costruttore di fortezze. Nacque nel podere di Linari, nella parrocchia di Santa Reparata in Acereta, al confine fra Marradi e Modigliana. La famiglia si trasferì a Marradi quando lui era bambino, e poi a Firenze.
Le vicende avventurose di Rocco sono in questo blog alla data 15 aprile 2013 e chi vuole conoscerle può andare lì.
Ora ci interessano gli altri della famiglia, che non erano famosi ma ogni tanto compaiono negli antichi documenti dell' archivio storico del Comune di Marradi.
Le vicende di questa interessante ed estinta famiglia di marradesi furono riassunte nel Settecento dallo studioso Giambattista Tondini di Brisighella e pubblicate nel libro Delle Lettere di uomini illustri, edito dall' Università di Macerata.


Quando si estingue una famiglia?
A rigore il fatto avviene se non c'è prole, ma nel genere di ricerca che stiamo facendo anche quando si perde traccia del cognome. Non è chiaro perché il cognome della madre conti meno di quello del padre, ma tant'è.
Dunque volendo proseguire le ricerche sui Guerrini dopo il Seicento bisognerebbe seguire le vicende dei Vettori, per il ramo fiorentino e quelle dei Venturini per il ramo marradese (a loro volta estinti nell' Ottocento).

Però tutto questo non ci interessa perché i personaggi di spicco dei Guerrini che hanno qualche nesso con Marradi sono vissuti quasi tutti nel Seicento.

Giambattista Tondini è uno scrittore del '700 piacevole e quindi leggiamo i fatti direttamente da lui:










Pietro Guerrini è un personaggio interessante su cui merita soffermarsi. Era nato a Firenze nel 1651 e la sua famiglia era originaria di Marradi. Con lui sembrano riemergere alcune delle abilità tecniche che 100 anni prima avevano caratterizzato Rocco Guerrini.



Il Granduca Cosimo III lo inviò in giro per l'Europa, perché studiasse i più moderni mezzi per l'agricoltura, i meccanismi per sollevare l'acqua e i pesi. Pietro diligentemente svolse  il suo compito, disegnando con cura gli impianti e le macchine più originali. 



Questi qui di seguito sono alcuni 
dei suoi disegni.






Partì da Firenze nel 1682 passando
da Bologna e Parma, dove cominciò a disegnare le prime macchine.



Clicca sui disegni 
se li vuoi ingrandire













L'idraulica era il suo forte
e si fermò a studiare l'alveo del Po.


















... Poi andò in Germania.
















... e in Olanda



















 Al ritorno si imbarcò nel porto di Sète, in Provenza, per tornare in Toscana. Erano passati quattro anni dal giorno della sua partenza.








I disegni di Pietro sono decine e decine ma ora qui non si può approfittare oltre del lavoro dello studioso Francesco Martelli che li ha pubblicati nel libro Il viaggio in Europa di Pietro Guerrini, edito nel 2005 dalla Casa Editrice Olschki, di Firenze.

Chi vuole approfondire può comprare il volume anche su Internet digitando il titolo per accedere all'offerta.




Nessun commento:

Posta un commento